Tappa 21

Pubblicato da il 3 gennaio 2013
Ieri approfittando della mezza giornata off ho giocato a fare “Mac Gyever”!!
Dovevo assolutamente sistemare la mia sella, nn potevo andare avanti così, pedalavo tutto storto, mi venivano dei dolori allucinanti a un fianco e nn riuscivo neanche a spingere sui pedali….
Avevo recuperato, subito il giorno dopo la rottura della sella ,una vite e un bullone,per cercare di arrangiare la cosa, ma la vite era corta e poco filettata per tendere la pelle della sella e non aveva quella sorta di controdado per poter essere “imboccata” in punta ,la dove , di fatto agisce il meccanismo di tensione della Brooks ( chi la conosce capisce cosa intendo)
Avevo quindi rinunciato , arrangiandomi con la camera d’aria a fare da spessore ,con risultati , a lungo andare pessimi!
Deciso a trovare una soluzione ad ogni costo, smonto l’accrocchio malriuscito e ricomincio da capo cambiando approccio
Mi serve un dado più piccolo da usare come controdad;, qualcosa per far spessore dietro la testa del bullone che è troppo piccola e quindi passa attraverso il blocco; qualcosa per permettere al bullone di sfruttare meglio la poca filettatura a disposizione
Mi aggiro per casa con il mitico coltellino svizzero – esattamente come il magico Mac Gayver! – canticchiando la sigla del noto telefilm e ridacchiando tra me e me – Rita in verità mi guarda un po stranita…. – alla ricerca di ciò che mi manca, e l’occhio mi cade sulla struttura di uno dei due letti a castello
Ci sono dei vitoni con dado e rondelle che sostengono la struttura…..svito il vitone ,mi prendo il dado e la rondella e lo risistemo  al suo posto
Riparto alla caccia, vedo un ventilatore da terra e lo studio….ecco : il motore dell’elica e’ fissato da due viti a stella fornite di rondellone…MIE!!!lui funzionerà benone anche senza 
Ok , proviamo: rondella larga ( dal letto a castello) a bloccare il bullone dietro, dado piccolo ( dal letto a castello) bloccato in punta nell’incavo della sella, due rondelle belle spesse ( dal ventilatore )a fare da distanziale…
Oddio che emozione..sembra funzionare, ora il vitone tira a sufficienza la pelle, la sella sembra in tensione!
Serro bene il bullone poggio il mio tergo sulla sella e faccio un giro di prova: funziona! e sembra anche reggere bene!
Grazie Mac per l’ispirazione
E così, grazie al colpo di genio del giorno prima oggi mi ritrovo finalmente a pedalare,dopo una settimana di pene, su una sella decente, proprio oggi che ci aspetta una tappa impegnativa
Il dobbiamo fare più di 100 km di saliscendi ,probabilmente molti controvento ,e due salitelle impegnative a fine tappa
Il tempo nn promette niente di buono, quando partiamo fa addirittura freschino tanto da doversi mettere gilet e manicotti
Il cielo e’ di un grigio cupo per niente rassicurante , le nuvole lo ricoprono quasi interamente il che dovrebbe garantire la mancanza di vento, che invece soffia gia,ovviamente in senso contrario …cominciamo bene!
Ci mettiamo di buzzo buono, in fila,dandoci il cambio in testa a tirare Davide, Greg ed io
Riusciamo comunque a fare una discreta velocità tutto considerato, e piano piano , a 12/14 km/h maciniamo strada
Strada che fa uscire dai gangeri: e’ un saliscendi perenne, 50/100 metri alla volta , su e di nuovo giù e se anche Greg , che e’ uno “sfregaselle” abituato a percorsi simili a un certo momento sbotta che nn ne può più significa che davvero e’ fastidioso
Ci fermiamo un paio di volte a tirare il fiato, mangiucchiare,rompere la monotonia del percorso che ancora una volta non ha  niente da raccontare
Però siamo bravi perche’ prima della pausa pranzo abbiamo fatto una 40ina abbondante di km 
Il vento gira leggermente,diventa laterale, poi cala un po
Cominciamo a far velocità, i saliscendi ora possono essere presi di slancio – prima anche in discesa toccava spingere forte sui pedali sennò rimanevi li, a mezz’aria – e l’nfinito drittone che ci accompagna dalla prima mattina sembra stia per terminare
Comincia la prima salita impegnativa e ci si apre davanti uno spettacolare mini passo che si inerpica su per delle montagne rocciose con pendenze secche e cattive 
4/5 km che ci impegnano a fondo ,ma che accogliamo con gioia, nonostante la fatica per la bellezza del paesaggio che ci offre e per il diversivo a una giornata di strada noiosa e monotona
Sostiamo alla fine della prima salita nello spiazzo panoramico da cui ci godiamo tutto il percorso appena pedalato..Spettacolo!
E’ uscita una giornata bellissima, anche la temperatura e’ tornata quella normale – ecco… magari i 37 gradi poteva anche risparmiarseli – davvero inimmaginabile a inizio mattina
Il secondo picco e’ meno lungo e meno duro, attraversiamo infine una grezza galleria  scavata nella roccia pura e entriamo nella vallata che terminerà ai piedi di una diga – in realtà un po asciutta
Ancora  una 15 di km di dolci saliscendi presi a tutta e arriviamo a San Jose de Jachal
Troviamo sistemazione presso un hotel che ci mette a disposizione una camerona per 5 divisa però in due settori tanto da sembrare di fatto due camerette e rispettare quindi un minimo di privicy tra noi maschiette e le femminuccie dell’ormai gruppo ristretto
 
 
distanza : 109,26 km
tempo di pedalata 05:49:06
media :15,90 km/h
dislivello : 1027  m
distanza in salita :39,51 km
altitudine max : 1126 m
pendenza media : 2%
pendenza max 15%

21 Responses to Tappa 21

  1. Carisma

    I didn’t expect that Abhishek kaoopr eey cinemani intha baga teesthadani..Though I read novel,but still naku intensifying ga anipinchindi after watching the movie because of wonderful cast and also superb screenplay..Heights of awesomeness…Tnq Sujatha garu for u r review on this movie…:) :)

  2. car insurance quotes

    Your thinking matches mine – great minds think alike!

  3. buy cealis on line

    A bit surprised it seems to simple and yet useful.

  4. chunnel-vision.com

    a ISO 1600 temo che sia entrato un po' di rumore… ;-) Comunque tieni conto che ho foto simili fatte con una fotocamera digitale da 5Mpix del 2002… E Andromeda viene fuori malgrado il rumore introdotto dalla batteria che si scalda!!!!!Comunque ti invidio un po'… Tutte le volte che mi è capitato di avere l'ISS che mi passava sulla testa (3 volte!) avevo sempre in mano il binocolo e non avevo ancora tirato fuori la fotocamera…In compenso in un caso l'ISS aveva lo Shuttle che l'accompagnava e nel binocolo si scorgevano chiaramente due macchie luminose separate! Ci sono delle volte in cui un binocolo "scarso" ti da' comunque delle soddisfazioni!! ;-) J.

  5. cheap health insurance

    It’s a pleasure to find someone who can identify the issues so clearly

  6. insulin condition

    Your’s is a point of view where real intelligence shines through.

  7. car insurance

    We need a lot more insights like this!

  8. car insurance

    Well put, sir, well put. I’ll certainly make note of that.

  9. CIALIAS FOR SALE

    What a joy to find such clear thinking. Thanks for posting!

  10. cheaper car insurance

    Your story was really informative, thanks!

  11. accutane purchase

    IJWTS wow! Why can’t I think of things like that?

  12. cause impotence

    Finding this post has solved my problem

  13. cheapest car insurance

    A provocative insight! Just what we need!

  14. cheap auto insurance

    There’s a terrific amount of knowledge in this article!

  15. insurance quotes car

    At last some rationality in our little debate.

  16. car insurance

    Perfect answer! That really gets to the heart of it!

  17. levitra

    I will be putting this dazzling insight to good use in no time.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Blue Captcha Image
Aggiornare

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>